Portare in modo ergonomico.

0 672

Portare in modo ergonomico.

Cosa si intende quando parliamo di portare con supporti ergonomici?

Oggi si utilizza con molta facilità questo termine ma dare una definizione ristretta del termine ergonomico rischia di essere fuorviante e riduttivo. 

In questo articolo cercherò di semplificare al massimo alcuni aspetti legati all’ergonomia all’interno del Babywearing. 

Attualmente nel mondo del babywearing abbiamo molta più consapevolezza del rispetto della fisiologia dei nostri piccoli rispetto a pochi anni fa.

Il bambino da quando nasce a quando inizia a camminare assume posizioni diverse e queste posizioni dovrebbero essere rispettate anche quando lo portiamo addosso.

Mi spiego meglio:

Il bambino alla nascita è completamente atonico, non ha tono muscolare.

La sua posizione viene definita “a ranocchietta” , ciò vuol dire che il piccolo assume una posizione fetale, completamente rannicchiata, chiusa. La stessa posizione che ha avuto all’interno dell’utero materno durante la gestazione.

Quando noi scegliamo un supporto da utilizzare nei primi mesi di vita del bambino dovrebbe, quanto più possibile, rispettare proprio questa posizione.

Questa immagine ha un supporto reso trasparente per far vedere come deve stare il nostro bambino all’interno della fascia.

Mamme a mille 2 Portare in modo ergonomico. Bambini Vita da mamma

Il supporto dovrebbe sostenere il bambino da cavo popliteo a cavo popliteo, facendo scendere il sederino in giù come a disegnare una M (piede – ginocchio – sedere – ginocchio – piede)

Mamme a mille 3 Portare in modo ergonomico. Bambini Vita da mamma

 

Man mano che il bambino cresce dovrebbe essere garantita  la sua naturale curvatura della colonna, la naturale divaricazione delle anche.

Consentire un sostegno per la testa soprattutto quando si parla di “supporto adatto ai neonati”.

Quindi quando si parla di supporto ergonomico bisognerebbe fare attenzione ad alcune caratteristiche de supporto che scegliamo di utilizzare, come ad esempio: 

Il supporto deve avere la seduta che sostiene il bambino da cavo popliteo a cavo popliteo.(regolabile se vogliamo seguire la sua crescita)

La parte che sostiene la schiena, deve essere morbida per accompagnare la schiena nelle diverse fasi di crescita senza ostacolare, premere, interferire la sua posizione naturale.

Ciò vuol dire che le parti che si posizioneranno sulla schiena non devono avere nulla di rigido o semirigido.

Tutto ciò che è a contatto del bambino deve essere morbido.

Per quanto riguarda la posizione fronte mondo è molto delicato l’argomento e merita di essere  trattato in un articolo proprio. 

In ultimo quando si parla di ergonomia non bisogna dimenticare il portatore, la sua fisicità e i suoi bisogni. 

Rispetto dal punto di vista fisico e posturale  di chi porta e non solo di cui viene portato. 

Alessandra Giammorcaro
Consulente del Portare – Insegnante Massaggio Infantile AIMI – Doula
392 3029331

 

Portare in modo ergonomico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.