La Vita è Movimento, il Movimento è Vita

Parliamo di sedute ergonomiche

0 211

La Vita è Movimento, il Movimento è VitaLa Vita è Movimento, il Movimento è Vita

Con queste poche parole il dottor Andrew Taylor Still, padre fondatore dell’osteopatia ha voluto sintetizzare tutti gli studi che per molti anni aveva compiuto, e che lo avevano condotto a ritenere che la valutazione del movimento fosse fondamentale per conoscere la qualità della vita.

L’osteopatia nasce negli USA nel 1800, è stata recentemente individuata in Italia come professione sanitaria, ma è riconosciuta da tempo dall’OMS), e si avvale di un approccio esclusivamente manuale per valutare e trattare le disfunzioni dei tessuti corporei che influenzano lo stato di salute della persona.

In Italia, come negli USA e in molti paesi europei, l’osteopatia si sta ritagliando un ruolo sempre più importante nel trattamento di neonati e bambini.

 

 

I principali motivi di consulto sono:

  • Plagiocefalie e dismorfismi cranici posizionali;
  • Difficoltà di suzione/deglutizione;
  • Torcicollo;
  • Piedi torti, piedi cavi o piedi piatti;
  • Displasie d’anca (per il riequilibrio della postura generale ed in particolare del bacino);
  • Reflusso, coliche, stipsi;
  • Irritabilità e disturbi del sonno;
  • Problematiche ORL (otiti ricorrenti, bronchiti, riniti…);
  • Asimmetrie posturali infantili…

…e molto molto altro!

Vediamo quindi che l’osteopatia nell’età neonatale e pediatrica ha grande valore sia terapeutico che preventivo nei principali disturbi dell’età evolutiva, cercando di dare piena attenzione allo sviluppo armonico di tutto il corpo.

Va sottolineato che le curve fisiologiche della colonna vertebrale sono assenti alla nascita, durante le prime settimane di vita vi è solo un’unica curva: quella di quando il bambino era nel grembo materno.

Quindi questa curva primaria subisce dei cambiamenti, man mano che il bambino percorre le sue tappe di sviluppo: controllo del capo, acquisizione della posizione seduta, gattonamento, stazione eretta, cammino, corsa e salto.

All’età di tre mesi, quando il bambino cerca di alzare la testa e guardare intorno, la curva cervicale incomincia a svilupparsi; successivamente la curva dorsale si stabilizza; alla fine compare la curva lombare tra i 12 e i 18 mesi, ovvero quando il bambino prova a camminare. Essa è più prominente nelle femmine che nei maschi.

Meccanicamente, queste curve sono così costruite a causa della struttura delle vertebre e sono mantenute in qualsiasi posizione. Se queste curve sono eccessive, diventano causa di vari dolori, disturbi e asimmetrie posturali.

Sin dalla giovanissima età, ogni sforzo dovrebbe essere fatto in maniera da evitare futuri disturbi.

Soprattutto nei bambini è fondamentale preservare l’allineamento della colonna vertebrale. Abbiamo il dovere di monitorare la crescita insegnando loro ad assumere le posture migliori.

L’attività fisica e il movimento è fondamentale per ognuno di noi ma durante la giornata sia noi adulti che i bambini passiamo moltissimo tempo seduti, ciò comporta non pochi problemi posturali.

A questo punto la domanda sorge spontanea: come possiamo assumere e mantenere una buona postura anche da seduti?

Perché anche se sembra strano, stare seduti è faticoso.

Inoltre abbiamo detto all’inizio che il movimento è strettamente legato al mantenimento della salute.

La Vita È Movimento, Il Movimento È Vita

Quando siamo seduti, i muscoli sono tesi e la circolazione del sangue è rallentata. Per questo molti bambini dopo un po’ di studio diventano irrequieti, cominciano a muoversi sulla sedia e iniziano a perdere la concentrazione. Il corpo umano è una perfetta macchina per il movimento, abbiamo circa 360 articolazioni e 750 muscoli, siamo progettati per muoverci, il movimento è al centro dell’attività umana, il movimento è il nostro nutrimento. Il nostro corpo è fatto per muoversi, oscillare, dondolare, girare, stendersi.

 

 

Oggi vorremmo parlarvi delle sedute ergonomiche distribuite da ormai 15 anni da Arredamenti Farronato .

Dal 1965, Farronato progetta arredamenti con attenzione alla salute, ai materiali bio e agli arredamenti ergonomici: come le sedute ergonomiche e i sistemi letto certificati dall’Associazione Italiana Fisioterapisti. La collezione di sedute ergonomiche che si muovono con il corpo, ne comprende molte che sono diventate icone del design, come Variable™, la sedia con appoggio delle ginocchia: la più adatta ai ragazzi che stanno crescendo.

La seduta Variable, solo per questo periodo, è in offerta presso www.arredamentifarronato.it, che la invia direttamente a casa, senza spese di spedizione e a prezzo ribassato.

Queste sedute ergonomiche, vantano 40 anni di documentazione medico-scientifica e sono presenti in case, uffici, ospedali, scuole ed enti pubblici e privati in tutto il mondo. Nascono con sette anni di garanzia.

Questo tipo di sedute non costringono il tuo corpo, ma lo lasciano libero di muoversi. In questo modo i momenti della giornata in cui siamo seduti fermi si trasformano in occasioni di movimento e di esercitare e rinforzare i muscoli. Questo è il modo più naturale di sedersi.

L’infanzia è un periodo di attività fisica notevole, inoltre la colonna vertebrale ci sostiene tutta la vita e bisogna imparare sin da piccoli a prendersene cura.

Un bimbo che cresce è una pianta che germoglia e per il suo corretto sviluppo è fondamentale individuare tempestivamente possibili alterazioni posturali.

Naturalmente l’apprendimento passa attraverso il buon esempio, anche gli adulti devono tenere sotto controllo la propria postura e cercare di assumere sempre le corrette posizioni nei diversi contesti, utilizzando i giusti supporti.

Inoltre in questi giorni anche i più piccoli lavorano da casa ed è importante creare per loro una postazione di studio e gioco che renda meno problematico rimanere seduti per lungo tempo. La base basculante reagisce ad ogni movimento del corpo assecondandolo, facendo muovere i muscoli in maniera impercettibile ma costante. Il corpo è spinto a cercare l’equilibrio, mantenendo una postura naturale, con la colonna vertebrale in posizione ottimale. Questa seduta attiva fa muovere i muscoli della schiena e degli addominali, mantiene la colonna in posizione naturale, aumenta la forza e la flessibilità.

È sufficiente questo leggero movimento da seduti per migliorare il benessere del corpo ed anche della mente.

Accompagnare il bambino nella crescita e favorire l’acquisizione di una buona postura è uno dei compiti principali dell’osteopatia. E’ molto importante osservare come il nostro bambino siede, legge, scrive, cammina e gioca.

Man mano che i bambini crescono, la struttura del loro corpo subisce tanti cambiamenti e l’osteopatia può aiutare la struttura del corpo ad adattarsi alle richieste posturali che le vengono fatte.
Se questi cambiamenti non vengono diagnosticati e non vengono trattati potrebbero creare dei problemi più tardi nel corso della vita. Analizzando, trattando, e gestendo i problemi collegati alla crescita, gli osteopati danno un contributo importantissimo nell’assicurarsi che i giovani diventino e rimangano in forma e in buona salute.

Sedersi bene ti cambia la vita. Fin da bambino!

Purtroppo la sedentarietà è un rischio subdolo, in quanto il danno non viene percepito mentre accade: per questo difficilmente si identifica il poco movimento come causa del mal di schiena; pur avvertendo fastidi in posizione seduta, i sintomi più gravi si verificano successivamente, quando cioè utilizzeremo la colonna per muoverci e quindi quando il danno è già fatto.

Ecco perché l’ergonomia da molto tempo considera lo stare seduti correttamente un fattore fondamentale per la prevenzione.

Nei bambini e nei ragazzi questi concetti rivestono un’importanza ancor maggiore poiché alterazioni che si strutturano nel periodo della crescita rappresenteranno dei danni permanenti nell’età adulta.

Quante ore passano seduti fermi gli studenti nella loro vita?

La Vita È Movimento, Il Movimento È Vita

Gli studenti passano più di 15.000 ore seduti in posizione statica; in più molti genitori sono preoccupati sia delle posture scorrette sia del peso dello zaino che devono trasportare ogni giorno e pensano che queste abitudini possano provocare disturbi e dolore alla schiena oltre che veri e propri danni.

Le statistiche dicono che 5-6 adolescenti su 10 hanno sofferto una o più volte di mal di schiena, disturbi muscolo scheletrici o dolore alla cervicale.

Senza contare i problemi legati al poco movimento, come l’obesità, il sovrappeso ed il diabete.

È fondamentale, quindi, che i bambini imparino fin da piccoli quali siano le posizioni corrette da mantenere quando sono seduti e quelle da evitare, i movimenti che li fanno stare bene e quelli sbagliati.

Se i vostri figli continuano a muoversi sulla sedia e non riescono a stare seduti fermi per più di 20 minuti stanno inconsciamente facendo la cosa giusta: la colonna vertebrale è progettata per il movimento e il fatto di tenerla ferma nella stessa posizione per un periodo prolungato la danneggia.

I bambini che si muovono molto sono quelli che, senza rendersene conto danno sollievo alle loro schiene.

Non esiste uno standard assoluto di postura corretta. La chiave del benessere della schiena è la possibilità di modificare liberamente la propria posizione sulla sedia; è quindi sempre preferibile non cercare di mantenere per ore una posizione, ma modificarla spesso.

I maggiori benefici di una seduta Varier Balans® Active sitting

La Vita è Movimento, il Movimento è Vita

La seduta attiva stimola un movimento continuo. Il nostro corpo cerca istintivamente la postura ideale, e ogni volta che cambiamo posizione, questa ci sembra migliore della precedente.

Il nostro concetto di base è molto semplice: offriamo sedie che rispettano la tendenza

naturale del corpo a muoversi e lo mantengono nella sua postura più naturale.

In questo modo, i muscoli restano attivi e meno tesi, devono ‘lavorare’ e vengono quindi rafforzati.

Seduta dinamica contro seduta passiva

  • Si bruciano più calorie

La seduta passiva fa bruciare circa 96 calorie all’ora. La seduta attiva fa bruciare circa 150 calorie all’ora.

  • Aumenta il livello di concentrazione

La concentrazione crolla quando si deve stare seduti fermi per molto tempo. Il livello di attenzione aumenta se siamo liberi di muoverci.

  • La circolazione del sangue migliora

La seduta attiva fa migliorare la circolazione e l’apporto di ossigeno con un senso di benessere generale. Stare seduti fermi limita il flusso sanguigno, facendoci sentire lenti e stanchi.

  • I muscoli sono attivi

La seduta attiva fa muovere i muscoli della schiena e degli addominali, mantiene la colonna in posizione naturale, aumenta la forza e la flessibilità. La seduta passiva riduce il tono e la definizione dei muscoli.

La funzionalità delle sedie Varier è basata sull’equilibrio

Il movimento oscillatorio della sedia imprime una forza al corpo, che per contrastarla e trovare la posizione di equilibrio deve applicare una forza uguale e contraria.

Per questo motivo il corpo è sempre in movimento, i muscoli sono impercettibilmente stimolati ad un lavoro continuo, che contribuisce a rinforzarli e irrobustirli, anche la respirazione migliora, aumentando la concentrazione ed il benessere generale.

Ogni anno il 45% della popolazione soffre di mal di schiena

Nei paesi industrializzati il mal di schiena è una patologia molto frequente nella popolazione adulta, soprattutto giovane: l’incidenza annuale è massima fra la terza e la quinta decade di vita.

Le statistiche dicono che più del 70-90% delle persone avrà almeno un episodio di mal di schiena durante la vita e, annualmente, il 15-45% degli adulti soffre di dolore lombare.

Insieme al raffreddore comune, il mal di schiena è la ragione più comune di visita al medico di base e costituisce una delle principali cause di assenza dal lavoro e di richieste di visite mediche e indagini diagnostiche.La Vita è Movimento, il Movimento è Vita

Dopo le lunghe ore passate seduti al lavoro, spesso anche i momenti di svago sono passati davanti al PC o alla televisione, sdraiati in posizioni strane sul divano o in poltrona.

Un errore assai comune, quando ci adagiamo su una poltrona, è quello di volerci sprofondare dentro, invogliati dalla morbidezza dell’imbottitura o dalla struttura particolarmente accogliente.

Al momento ci sembra di stare in una posizione di totale relax ma poi, quando ci alziamo, ci sentiamo indolenziti anziché riposati.

Questo accade perché una postura infossata appiattisce la curva più bassa della schiena, generando pressioni insopportabili sui dischi. Anche il collo risente pesantemente di questa posizione, che obbliga a reclinare il capo in modo innaturale.

Il consiglio, anche in questo caso, è di evitare posture costrittive che ci impediscono di variare spesso la nostra posizione.

È la poltrona che deve adeguarsi al nostro corpo, non il contrario.

Il mantenimento prolungato della posizione seduta rappresenta uno dei principali fattori di rischio di lombalgia e per questo si riscontra una frequenza nettamente maggiore nei soggetti con occupazione sedentaria rispetto al resto della popolazione.

Ciò è dovuto all’effetto combinato di staticità e mal posizionamento della colonna lombare.

Sedute convenzionali, sedute ergonomiche e sedute attive

ergonomia, osteopatia, postura, spina dorsale, bambini

L’utilizzo di sedie convenzionali rappresenta uno dei principali fattori di rischio e la scelta di una seduta ergonomica è largamente consigliato dagli specialisti, oltre che imposto dalle leggi sul lavoro.

Le numerose sedute ergonomiche oggi disponibili in commercio hanno quale obiettivo la prevenzione delle patologie legate alla sedentarietà attraverso il corretto posizionamento della colonna vertebrale utilizzando supporti e sostegni alla colonna vertebrale.

Le sedute Varier sono tuttavia le uniche che garantiscono una postura ergonomica della colonna e degli arti senza l’utilizzo di supporti e contemporaneamente permettono al corpo di “muoversi” senza assumere posizioni scorrette.

I risultati sono una libertà di movimento ed un comfort unici e una netta riduzione dei disturbi muscolari, scheletrici e circolatori.

Come scegliere la seduta adatta

L’ergonomia ha fatto molti passi avanti negli ultimi anni ed è in grado di stabilire alcuni parametri fondamentali nella scelta di una sedia realmente confortevole. Essa dovrà favorire il movimento e il cambio di posizione, dando il giusto sostegno alla colonna vertebrale, per non sottoporre la zona lombare a carichi statici prolungati.

Per una postura corretta, è poi importante assicurare un’angolazione ottimale fra gli arti inferiori ed il tronco. Ciò è possibile soltanto se lo schienale e il piano di seduta mantengono un assetto costante tra loro.

Varier sviluppa i suoi prodotti sulla base di rigorosi principi biomeccanici ed ergonomici con la finalità di migliorare il benessere del soggetto, aumentarne l’efficienza e ridurre, attraverso un’azione preventiva, i disturbi muscolo-scheletrici alla colonna vertebrale e agli arti.

L’obiettivo di muoversi pur stando seduti correttamente è stato così raggiunto e si riassume nei nostri diversi sistemi di seduta: Move, Balans e Relax Adaptive Concept.

L’articolo è stato realizzato con la consulenza della Dott.ssa Elena Bolli Osteopata e Neuropsicomotricista

La Vita è Movimento, il Movimento è Vita

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.