FORME DI DEPRESSIONE POST PARTO

0 43

FORME DI DEPRESSIONE POST PARTO

La depressione postpartum comporta uno stato di malessere che si verifica dopo il parto. È caratterizzata da sintomi che includono tristezza, irritabilità, difficoltà di legame con il bambino, insonnia e perdita di appetito. E’ un disturbo che può essere molto serio, ma è comune e curabile.

Tipi

Esistono diversi tipi di depressione che si manifestano su uno spettro di gravità, che va dal baby blues alla depressione postpartum alla psicosi postpartum.

Baby Blues

Quando parliamo di “baby blues” intendiamo un tipo di depressione postpartum a breve termine e più lieve. Il baby blues è vissuto dal 50% all’80% delle neomamme. I sintomi spesso iniziano entro tre-dieci giorni dalla nascita del bambino e di solito scompaiono da due a tre settimane dopo il parto.

I sintomi del baby blues includono:

  • Ansia
  • Pianto
  • Insonnia
  • Stanchezza
  • malumore
  • Tristezza

Durante questo periodo, le donne possono improvvisamente sentirsi come se non fossero in grado di prendersi cura di un bambino, non importa quanto siano preparate come madri. Fortunatamente, i sintomi sono generalmente di breve durata.

Depressione postpartum

Nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali  , la designazione per la depressione postpartum è “episodio depressivo con un specificatore di insorgenza peripartum”. È vissuto da circa il 10% delle donne che hanno partorito e tende a svilupparsi entro quattro settimane dal parto.

I sintomi sono gli stessi di un episodio depressivo e possono includere:

  • Umore depresso, perdita di interesse o piacere
  • Variazione di peso o appetito
  • Insonnia o ipersonnia
  • Ritardo psicomotorio o agitazione
  • Perdita di energia o affaticamento
  • Sentimenti di inutilità o colpa
  • Pianto
  • Problemi con la concentrazione
  • Difficoltà a prendere decisioni
  • Sentimenti di inadeguatezza
  • Tristezza

Alcune donne sperimentano anche pensieri suicidi .

Psicosi postpartum

A volte chiamata psicosi puerperale, questo tipo di condizione postpartum si sviluppa in circa 1-2 donne su 1.000. La psicosi postpartum di solito inizia prima della depressione postpartum, entro le prime due settimane dopo il parto.

Essa può essere preceduta da agitazione, confusione, problemi di memoria, irritabilità, insonnia e ansia.

La psicosi postpartum si distingue dalla depressione per la presenza di illusioni (credere a cose che non sono realmente vere) e / o allucinazioni (sentire cose o vedere cose che non ci sono). Altri sintomi possono includere pensieri intrusivi e disinteresse per il proprio figlio.

I sintomi della psicosi possono cambiare rapidamente, con periodi di umore elevato seguiti rapidamente da profonda tristezza o rabbia. I periodi di lucidità sono comuni e non necessariamente sono un indicatore di recupero. Si pensa che la psicosi postpartum rappresenti spesso un episodio di malattia bipolare.

Disturbi d’ansia postpartum

Anche i disturbi d’ansia sono comuni dopo il parto. Potresti scoprire di essere così ansioso da avere difficoltà a prenderti cura di tuo figlio o essere incapace di mangiare o dormire. Alcune donne hanno paura di far del male al proprio bambino.

Disturbi d’ansia specifici che possono verificarsi o essere esacerbati dopo il parto includono disturbo d’ansia generalizzato , disturbo ossessivo-compulsivo e attacchi di panico . Inoltre, l’ansia è comune nella depressione postpartum.

Le cause

Nessuno è esattamente certo del motivo per cui alcune donne provano la depressione dopo la nascita di un bambino. La vulnerabilità ai cambiamenti ormonali che si verificano intorno alla gravidanza è spesso la causa scatenante.

Ci sono alcuni fattori, tuttavia, che sono stati implicati nello sviluppo di sintomi depressivi dopo il parto.

  • Fattori fisici: oltre ai bruschi cambiamenti ormonali nei livelli di estrogeni e progesterone che si verificano entro poche ore dal parto, si ritiene che anche altri fattori fisici contribuiscano alla depressione. Anche la mancanza di sonno, una dieta e un’alimentazione inadeguate, i cambiamenti nei livelli della tiroide e altri problemi medici possono svolgere un ruolo importante.
  • Stress: i cambiamenti emotivi che si verificano dopo aver avuto un bambino possono anche determinare l’insorgenza della depressione postpartum. La cura di un bambino, la mancanza di sostegno sociale, l’isolamento sociale, lo stress relazionale e le preoccupazioni finanziarie possono creare uno malessere considerevole per le neo mamme.

Qualunque sia la causa, tuttavia, sappiamo che questi disturbi non solo riducono la qualità della vita, ma possono essere molto gravi se non potenzialmente letali. Se ti stai chiedendo se potresti provare depressione o ansia postpartum, fissa un appuntamento per parlare subito con il tuo medico. Sono disponibili trattamenti molto efficaci.

Diagnosi

Se hai sintomi di depressione, dovresti consultare immediatamente il tuo medico; i tuoi sintomi saranno valutati e determinerà se stai vivendo una depressione o qualcos’altro.

Una grave problematica è che le persone spesso non parlano dei sintomi depressivi che stanno vivendo. Lo stigma della salute mentale e l’idea che le nuove madri dovrebbero essere felicissime contribuiscono a questa esitazione. Quello che la gente dovrebbe sapere è che la depressione dopo il parto è molto comune, quindi non dovresti avere paura di parlare con qualcuno se ti senti stressato, triste, irritabile o depresso.

Quanto è comune la depressione postpartum?

È stato dimostrato che una donna su nove manifesta sintomi di depressione postpartum. Alcune ricerche hanno riscontrato che circa il 10% degli uomini può soffrire di depressione dopo la nascita di un bambino.

Trattamento

Se ritieni di avere una depressione postpartum, è importante consultare immediatamente il medico. È estremamente importante ottenere un aiuto professionale, anche se non si è sicuri se si è depressi o si sta affrontando il baby blues. Purtroppo, solo il 15% delle donne riceve un trattamento ed esso può fare una grande differenza sia nella qualità della vita della mamma che in quella del bambino.

I trattamenti per la depressione postpartum dipendono dai sintomi, dalla diagnosi e dalla gravità della condizione. Per i casi più lievi di baby blues, l’autosufficienza e il supporto sociale sono spesso sufficienti per aiutare le donne a tornare alla normale vita quotidiana.

Il trattamento per la depressione postpartum può includere farmaci, psicoterapia, gruppi di supporto e altro.

Terapia

La psicoterapia consiste nel parlare con un professionista della salute mentale (spesso uno psicologo, un consulente, uno psichiatra o un assistente sociale). Questo trattamento spesso comporta lo sviluppo di nuove capacità che possono aiutare le persone a gestire meglio i propri sintomi.

Farmaci

I farmaci spesso comportano l’uso di antidepressivi, che agiscono alterando le sostanze chimiche del cervello che sono coinvolte nella regolazione dell’umore. Gli antidepressivi richiedono spesso alcune settimane per essere efficaci. Il medico ti aiuterà a determinare quale tipo di farmaco e dosaggio sono adatti a te.

 

Il periodo poco dopo la nascita è un periodo molto difficile per molte donne che si trovano ad affrontare ennesimi cambiamenti dopo quasi 10 mesi di gravidanza. Fortunatamente, ci sono alcune cose che puoi fare per rendere un po’ più semplice la gestione della vita quotidiana.

  • Accetta l’aiuto degli altri
  • Parla con altre donne che “sono state così”
  • Esci di casa
  • Chiedi aiuto se stai male
  • Chiedi a qualcuno di guardare il bambino mentre fai una pausa
  • Cerca di dormire molto
  • Cerca di seguire una dieta sana
  • Unisciti a un gruppo per le nuove mamme per mantenere una vita sociale

 

Sara

FORME DI DEPRESSIONE POST PARTO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.