Dispositivo anti abbandono: scattano le sanzioni

0 99

Dispositivo anti abbandono: scattano le sanzioni

Ultime ore per mettersi in regola con i dispositivi anti abbandono, infatti, tra meno di 24 ore scatteranno le sanzioni per tutti coloro che verranno trovati senza dispositivo o seggiolino adeguati e a norma.  Ricordiamo che è obbligatorio per  trasportare bambini al di sotto dei 4 anni, come previsto dalla legge 117 del 1° ottobre 2018 intervenuta modificando il Codice della Strada.

L’importo delle multe varia da 83 a 333 euro ma, come per tutte le multe, verrà data la possibilità di pagarle entro cinque giorni, riducendo gli importi rispettivamente a 58 e 100 euro. Verranno decurtati inoltre 5 punti dalla patente e, nel caso l’infrazione si dovesse ripetere entro due anni, si rischierebbe la sospensione della patente per almeno 15 giorni.

Bonus Seggiolino Anti Abbandono

Dal 20 febbraio 2020 è possibile, inoltre, richiedere un bonus stanziato dal governo per il seggiolino anti abbandono che  sarà obbligatorio a partire dal 6 marzo. Il bonus è di 30 euro ed è “inteso come contributo totale o parziale per l’acquisto del dispositivo che può essere a sé stante o integrato nel seggiolino stesso”, come si legge da nota del ministero.

Si può richiedere sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a cui si può accedere solo se si è in possesso dello SPID.

Per tutti coloro che ancora non ne sono in possesso, dovranno richiederlo sull’apposito sito. Una volta ottenute le credenziali di accesso, con il nome, cognome e codice fiscale del bambino, uno dei due genitori può procedere all’invio della richiesta del buono elettronico da 30 euro che dovrà essere speso entro un mese.

Ricordiamo che è prevista la possibilità di ottenere il rimborso di 30 euro anche per chi ha già effettuato l’acquisto prima del 20 febbraio. La procedura è simile a quella descritta sopra. Bisogna collegarsi alla piattaforma dedicata e accedervi con lo SPID. Oltre ai dati relativi al bambino, bisogna fornire l’IBAN del conto corrente bancario intestato a uno dei genitori e la copia dello scontrino fiscale o della fattura per attestare l’acquisto del dispositivo. Questa operazione deve essere portata a termine entro e non oltre 60 giorni dalla data di lancio del 20 febbraio 2020.

 

Dispositivo anti abbandono: scattano le sanzioni

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.