Bonus per le famiglie 2020: conferme e novità

In nostri soldi

0 131

Bonus per le famiglie 2020: conferme e novità

Grazie alla nuova legge di Bilancio (LEGGE 27 dicembre 2019, n. 160-Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022)  sono numerose le iniziative pensate dal Governo per il sostegno delle famiglie per questo nuovo anno.

Per il 2020 , infatti, sono state confermate quasi tutte le agevolazioni finanziate da normative precedenti, provenienti cioè dai vari decreti emessi nel corso del 2019 (Decreto Clima e Decreto Fiscale) ma ci sono dei cambiamenti.

Vediamo allora alcune conferme e novità per capire meglio cosa aspettarci (economicamente parlando) da questo 2020 appena iniziato (le novità sono contenute al comma 7 della Legge 160/2019):

  • resta confermato il Bonus di 80 euro (Bonus Renzi in busta paga per i lavoratori dipendenti, ma con delle novità a partire da luglio 2020;  il Bonus verrà percepito dai contribuenti nella fascia di reddito tra gli 8.174 euro fino ai 40.000 euro, ma con due formule diverse:
    • fino a 28.000 euro sarà erogato in busta paga;
    • dai 28.001 euro in poi sarà trasformato in una detrazione, che diminuisce progressivamente fino ad azzerarsi sulla soglia dei 40.000 euro
  • ha ottenuto nuovamente il finanziamento il celebre Reddito Di Cittadinanza (sono stati stanziati 8.055 milioni di euro annui per il 2020 e 8.317 milioni di euro annui a partire dal 2021). Il pagamento del mese di gennaio è previsto a partire dal 27/01 e di norma avverrà tra il 24 e il 27 di ogni mese.

Riferimenti normativi:
– Legge di Bilancio 2019 (legge 145/2018) art.1 comma 255
– Legge di Bilancio 2020 (legge 160/2019) art.1 commi 479/480/481

  •  rinnovata per gli anni dal 2019 al 2021 (fondo per un milione di euro per ciascun anno) la Carta della Famiglia per i cittadini italiani (o appartenenti a paesi membri UE ma residenti in Italia) con nucleo comprendente almeno tre figli conviventi di età non superiore ai 26 anni , in tutto 939mila secondo l’Istat.

Questa carta esiste dal 2016 e continua ad essere utilizzabile per fruire di sconti sull’acquisto di beni o servizi oppure di riduzioni tariffarie concesse dai soggetti pubblici o privati aderenti all’iniziativa.

La normativa precedente invece prevedeva la Carta della Famiglia per famiglie italiane o straniere residenti, con almeno tre figli minorenni e Isee fino a 30mila euro. Le carte già emesse in base alle precedenti regole restano valide fino alla scadenza. A quel punto, per il rinnovo bisognerà rientrare nei nuovi requisiti. La nuova legge dà la possibilità di richiedere questa carta per ottenere sconti su beni alimentari e di prima necessità, servizi (sia pubblici che privati), trasporti pubblici e tutta una serie di agevolazioni, bonus, aiuti e sovvenzioni. La carta viene emessa in via telematica: bisogna presentare domanda attraverso un portale online ( ci stanno lavorando!) a questo link gestito dal Dipartimento per la Famiglia. Potrà essere chiesta da uno dei genitori, ma sarà utilizzabile da tutti i componenti della famiglia.
Per gli sconti e le riduzioni, ci sarà un apposito avviso del Ministero per l’acquisizione di manifestazioni d’interesse da parte di soggetti pubblici e privati che vogliano stabilire protocolli d’intesa o convenzioni. L’elenco di questi soggetti è costantemente aggiornato sul sito del Dipartimento per la Famiglia.

Bonus per le famiglie 2020: conferme e novità

  • è stato assicurato alle famiglie anche il Bonus Bebè (introdotto  dall’articolo 1, commi 125-129, legge 23 dicembre 2014, n. 190, ossia la Legge di stabilità per l’anno 2015 ) che ha lo scopo di contribuire alle spese per il sostegno di ogni figlio nato o adottato nel corso dell’anno di vigenza del bonus,  è stato esteso a tutte le famiglie che avranno un nuovo nato (o adotteranno o prenderanno in affidamento) nel 2020 -a prescindere dal reddito ISEE.

Per poter fare domanda del Bonus Bebè per i nuovi nati dal 1° gennaio bisognerà attendere la pubblicazione della nuova circolare INPS. Soltanto a partire da tale data, potranno essere inoltrate le richieste:

Importi:

  • famiglie fino a 7.000 di Isee: 160 euro (totale 1.920 euro l’anno)
  • famiglie fino a 40.000 di Isee: 120 euro (totale 1.440 euro l’anno)
  • famiglie oltre  40.000 di Isee: 80 euro (totale 960 euro l’anno)

Dal secondo figlio in poi, è previsto un aumento del 20% dell’importo del bonus, pari a :

  • famiglie fino a 7.000 di Isee:192 euro (totale 2.304 euro l’anno)
  • famiglie fino a 7.000 di Isee:144 euro (totale 1.728 euro l’anno)
  • famiglie fino a 7.000 di Isee:96 euro (totale 1.152 euro l’anno)

Per poter beneficiare del Bonus Bebè e ricevere l’assegno, i genitori, entro 90 giorni dall’evento (nascita o adozione), devono inviare telematicamente la domanda all’INPS nelle seguenti modalità:

  • direttamente sul sito dell’Istituto tramite accesso con PIN INPS;
  • tramite contact center INPS  803164 (o 06164164 da mobile);
  • tramite Patronato.

Alla domanda si dovrà anche allegare il modello SR163 per la certificazione del conto corrente e un ISEE 2020 valido.

Il Bonus dura 1 anno.

Bonus per le famiglie 2020: agevolazioni e novità

  • è stato confermato il Bonus Mamma Domani con un contributo di 800 euro per sostenere le spese delle future mamme
  • Congedo per i papà: ulteriormente aumentato a sette il numero dei giorni di congedo obbligatorio; per l’anno solare 2020, l’articolo 1, comma 342, della legge 27 dicembre 2019, n. 160 (legge di bilancio 2020) ha confermato la possibilità di fruire di un giorno di congedo facoltativo in alternativa alla madre.
  • per chi compirà 18 anni nel 2020 abbiamo il Bonus Cultura: una somma a disposizione dei giovani utilizzabile per attività culturali (libri, musica, cinema…)Indipendentemente dalla situazione reddituale della famiglia: tutti ne hanno diritto. Lo stanziamento totale per il 2020 è di 160 milioni di euro. Il Bonus è di 300 euro (più basso rispetto ai 500 euro previsti nella manovra passata) e non prevede l’acquisto di smartphone o tablet.

Il Bonus da 300 euro non viene erogato sotto forma di denaro contante ma attraverso dei Voucher che i 18enni dovranno creare di volta in volta quando intendono acquistare qualcosa: la creazione dei buoni avviene sulla piattaforma creata appositamente dal Ministero raggiungibile a questo link.

Per poter accedere alla piattaforma per la creazione dei Buoni è necessario dotarsi di un’identità digitale chiamata SPID, completamente gratuita,  che permette di accedere alla piattaforma #18App.

Per ottenere lo Spid è possibile quindi scegliere tra una di questa Aziende e seguire la procedura di registrazione:

    • Aruba
    • InfoCert
    • In.Te.S.A.
    • Lepida
    • Namiral
    • Poste Italiane
    • Register
    • Sielte

Per ogni Società la procedura di acquisizione dello SPID è differente; il comune denominatore è comunque l’immissione di tutti i propri dati anagrafici compresi quelli di residenza oltre ai propri documenti come Carta Identità/Patente e Codice Fiscale.

Bonus per le famiglie 2020: agevolazioni e novità

  • la conferma è arrivata anche per il Bonus Asilo Nido ,  per aiutare le famiglie a pagare la retta degli asili pubblici e privati autorizzati e a sostenere i bambini sotto i 3 anni affetti da gravi malattie con forme di supporto nella loro abitazione.

Le novità riguardano gli importi dei rimborsi (per 11 mesi):

    • famiglie con reddito ISEE fino a 25.000 euro: 3.000 euro
    • famiglie con reddito tra i 25.000 e i 40.000 euro: 2.500  euro
    • famiglie con reddito oltre i 40.000 euro: 1.500 euro

                                                                                                                                                                                                      Valentina

Bonus per le famiglie 2020: conferme e novità

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.